Il rock della speranza: nessun contagio dopo il concerto sperimentale a Barcellona

Un mese dopo il concerto ‘sperimentale’ svoltosi a Barcellona con 5.000 spettatori “non si registra nessun contagio”, annunciano gli organizzatori. Si è trattato del primo grande concerto dall’inizio della pandemia. A tenerlo la rock band catalana Love of Lesbian, esattamente giorno 27 marzo. Questo accende una musica di speranza nei nostri cuori e ci regala uno scorcio di normalità.

Obbligo di mascherina ma nessun distanziamento fisico e sociale. Due settimane dopo il concerto sono stati condotti test PCR su tutti i partecipanti. “Non c’è alcun segno che suggerisca che durante l’evento di sia stata trasmissione di virus, che era l’obiettivo di questo studio”, ha detto Josep Maria Llibre, medico dell’ospedale Trias i Pujol a Badalona.

L’evento si era svolto grazie anche alla supervisione di un team medico. Il pubblico era tenuto a sottomettersi a un test antigenico prima del concerto e indossare una mascherina Ffp2 per tutta la durata dello stesso. Inoltre, è stato utilizzato un sistema di ventilazione che garantiva un corretto ricambio dell’aria nel palazzetto che ha ospitato il concerto.

Nei 14 giorni successivi, sono stati diagnosticati 6 casi positivi tra le 4.592 persone che hanno assistito al concerto e poi acconsentito all’analisi dei dati diagnostici, tutti lievi o asintomatici. Di questi 6 casi, per almeno 4 è stato possibile stabilire che l’occasione del contagio non è stato il concerto; inoltre, per tutti è stato riscontrato che non hanno provocato ulteriori contagi.

La band coinvolta nell’esperimento, Love of Lesbian, ha ringraziato gli organizzatori ed i consulenti scientifici dell’evento. “Ci auguriamo che d’ora in poi, dopo questi ottimi risultati, il mondo della cultura venga ascoltato come merita”, ha esordito.

Quanto accaduto è diventato un enorme esperimento sociale che ridà speranza a tutto il settore dello spettacolo, della musica dal vivo ed a tutti noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.