Bimbi abusati e uccisi in diretta sul deep web: indagati due 17enni in piemonte

 

Scene in diretta di abusi, violenze sessuali su minori trasmesse su siti del deep web. Ai carnefici venivano fatte specifiche e particolari richieste che spesso portavano alla morte dei bambini.

A scoprirlo i Carabinieri di Siena che hanno immediatamente perquisito le case di due minorenni piemontesi. Sono un ragazzo e una ragazza ed entrambi minorenni, ora indagati per istigazione a delinquere e pedopornografia.

Gli abusi effettuati e subiti pare fossero compiute nel sud-est asiatico e venivano pagate attraverso le criptovalute (Bitcoin). Era un’operazione con nome in codice “Delirio” iniziata ormai mesi fa (si presume ottobre). Sono ad oggi indagate 25 persone (19 minorenni e 6 maggiorenni) residenti in tutta Italia.

“Le richieste ‘live’ hanno costi molto rilevanti e assicurano guadagni altissimi alle organizzazioni straniere che compiono tali atti disumani”, affermano gli investigatori.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.