Noam Chomsky: “Supereremo la pandemia, ma avremo crisi più gravi da affrontare dopo”

Chomsky negli ultimi video registrati si espresso attaccando principalmente Donald Trump, definendolo un “buffone sociopatico”.

Noam afferma:

“Il coronavirus è già abbastanza grave, ma vale la pena ricordare che si stanno avvicinando due minacce molto più grandi, molto peggiori di qualsiasi cosa sia accaduta nella storia dell’umanità: una è la crescente minaccia di una guerra nucleare e l’altra, naturalmente, è la crescente minaccia del riscaldamento globale. Il Coronavirus è orribile e può avere conseguenze terrificanti, ma ci sarà una ripresa. Mentre se gli altri non saranno recuperati, è finita”.

Secondo il maestro siamo tutti succubi degli Stati Uniti, compresa l’Europa. Tutti insieme sofferenti per le sanzioni dittatoriali degli USA. A tal proposito afferma: “uno degli elementi più ironici dell’attuale crisi del virus è che Cuba sta aiutando l’Europa”. “La Germania non può aiutare la Grecia, ma Cuba può aiutare i Paesi europei”. Il pensiero di Chomsky va soprattutto alle continue morti di migliaia di immigrati nel Mediterraneo, una crisi devastante.

Il maestro afferma con fermezza:

“In un mondo civilizzato, i paesi ricchi darebbero assistenza a chi ne ha bisogno, invece di strangolarlo”. “La crisi del coronavirus potrebbe portare la gente a pensare a che tipo di mondo vogliamo“.

Noam ci spiega come il rischio di pandemia fosse già alle porte da molto tempo e che gli effetti collaterali avremmo potuto prevederli prima.

A tal proposito aggiunge:

“Ci troviamo ora in una situazione di vero e proprio isolamento sociale. Deve essere superata ricreando i legami sociali in qualsiasi modo si possa fare, in qualsiasi modo si possano aiutare le persone in difficoltà: contattandoli, sviluppando organizzazioni, espandendo l’analisi, e prima di farli diventare funzionali e operativi, fare progetti per il futuro, riunire le persone come si può nell’era di internet, unirsi, consultarsi deliberatamente per trovare risposte ai problemi che si devono affrontare e lavorare su di essi. Si può fare. La comunicazione faccia a faccia non è essenziale per gli esseri umani. Anche se ne saranno privati per un po’ di tempo, la si può mettere in attesa”.
Noam Chomsky conclude dicendo: “Trova altre strade e continua, anzi, amplia e approfondisci le attività svolte“. Si può fare. Non sarà facile, ma gli esseri umani hanno affrontato problemi in passato”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.