USA: Muore 17enne per coronavirus. Gli è stato negato il ricovero perché senza assicurazione

Un ragazzo ancora minorenne di soli 17 anni privo di denaro necessario per potersi permettere un’assicurazione e la possibilità di farsi curare qualora avesse avuto malattie. Stiamo parlando di un ragazzo californiano, per la precisione di Lancaster. Il coronavirus, oltre che la burocrazia americana, non gli hanno dato possibilità e libertà di vita.

“Il venerdì prima della sua morte, presentava una buona salute. Mercoledì è morto”.

La staff medico, totalmente disinteressato e primo di empatia, ha inviato il ragazzo altrove presso strutture pubbliche per ricercare altre cure. Proprio durante lo spostamento è morto a causa di un arresto cardiaco causato da coronavirus.

Non il solo caso a essere coinvolto, sono molte le persone in America che non possono permettersi un’assicurazione sanitaria e che oggi stanno rischiando la loro vita a causa del Covid-19.

Siamo fortunati in Italia a non avere questo tipo di problema, una forma dittatoriale di preservare la salute solo per chi ha le facoltà economiche per poterselo permettere. Escludendo la gente più povera dal diritto alla cura personale, alla vita.

In questi giorni gli ospedali italiani stanno facendo del loro meglio per alleggerire la situazione, tutto è al collasso ma tutte le persone hanno diritto alla cura medica.

Negli Usa il costo elevato dell’assicurazione sanitaria sta ancora di più compromettendo le vite degli americani, già in preda al panico per l’ondata di Covid.

Una volta pensavamo che il COVID 19 non fosse una minaccia per inostri figli ma la prima morte della nostra comunità a causa di questo virus è stata quella di una minore. E’ fondamentale che la prendiamo sul serio. Non possiamo più far morire bambini a causa di questo virus. Per proteggere i nostri piccoli e la nostra comunità dobbiamo rimanere a casa il più possibile. I nostri parchi sono chiusi. Le attività non essenziali sono chiuse. Per favore, seguite questi avvertimenti e restate a casa” afferma il sindaco di Lancaster.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.