Ecco perché il comportamento peggiore i bambini lo riservano alle mamme

I bambini spesso trattano male le mamme e questo significa che hanno fiducia nei loro riguardi.

Spesso i bambini sono capricciosi, impertinenti, oppositivi e riportano tutto questo proprio in presenza del genitore di cui si fidano di più. Sono così tutti i bambini, anche quelli che apparentemente sembrano “bambini modello”.

Una famosa ricerca dell’Università di Washington aveva dimostrato che il comportamento del bambino con la mamma ( con le figure più importanti di riferimento) è l’88% peggiore rispetto agli atteggiamento sociali comunemente tenuti dallo stesso bambino.

La mamma rappresenta, quasi sempre, la figura di riferimento del bambino. Infatti è con la madre che la bambina o il bambino sente di potere esprimere maggiormente le sue frustrazioni o emozioni perturbanti. E’ con lei che sente di poter sperimentare i confini sociali, morali e comportamentali. E’ di lei che inizialmente non teme il giudizio, è di lei che si fida.

Trattare male le proprie madri rappresenta spesso una palestra di allenamento sociale, un allenamento comportamentale. La madre è la sola e unica a cui affidano le loro peggiori emozioni, le loro debolezze, la loro sofferenza.

Non è raro che i bambini esprimano questo comportamento anche in pubblico. Il ruolo più difficile è proprio quello materno che deve tutelare il bene supremo del bambino, pur sentendo imbarazzo e disagio emotivo.

E’ importante dunque ricordarsi che i bambini che trattano male le madri non meritano schiaffi, violenze, o castighi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.