Convive con la vitiligine: il nonno che crea bambole per aiutare l’autostima dei bambini

La vitiligine colpisce molte persone in tutto il mondo e agisce attivamente sul senso di auto-efficacia ed autostima. Si tratta di una malattia che colpisce la pelle, schiarendone il colore solo in alcune parti.

A tal proposito un simpatico nonno brasiliano ha avuto l’idea molto carina di creare bambole speciali.

Si chiama Joao Stanganelli, ha creato delle bambole che aiutano a regolare le emozioni dei bambini che a causa di varie malattie (inclusa la vitiligine), rischiano di perdere la propria autostima.

Anche lui, Joao, soffre di vitiligine dall’età di 38 anni. 

Non è una patologia che contagia ma può creare del disagio, dell’imbarazzo e della vergogna sociale. Joao ha a tal proposito creato una bambola in grado di risollevare il morale dei bambini colpiti da questa malattia.

E’ una bellissima bambola creata con l’uncinetto e ha preso il nome di Vitilinda.

Sono successivamente state confezionate molte bambole, tra cui una bambola non vedente, un’altra affetta da alopecia, una disabile. Il messaggio è meraviglioso e chiaro, ovvero quello dell’inclusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.