In Italia: Medico di famiglia paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti

Accade a Galatina, in provincia di Lecce. La psicologa afferma: “La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e riduce il ricorso ad analisi cliniche e strumentali

Ci troviamo precisamente in Via Soleto 56, in uno studio di medicina generale in cui sono locati due professionisti della salute, l’uno accanto all’altro: un medico ed una psicologa.

E’ accaduto anche in Calabria, che alla fine del mese di giugno si è data possibilità ai medici di base di collaborare con uno psicologo.

A tal proposito il medico Antonio Antonaci afferma: ” lavoro di fianco ad una psicologa da ormai tre anni”. “tutto è cominciato grazie ad una sperimentazione finanziata dal distretto socio-sanitario di Galatina. Purtroppo però, al suo scadere, dopo 18 mesi, il progetto non è stato rinnovato“.

E’ stato questo il momento in cui i due professionisti hanno deciso di anteporre la salute dei propri pazienti a tutto il resto. A tal proposito il medico afferma: “Ho deciso di autofinanziare la presenza dello psicologo all’interno del mio studio” . La psicologa, in accordo, ha deciso di continuare il suo lavoro ricevendo un compenso minimo rispetto ad una retribuzione professionale.

Sono passati 18 mesi, tre anni, ma i due professionisti continuano ad operare insieme e ne rilevano l’efficacia.

Il medico conferma inoltre che questa fruttuosa collaborazione ha consentito a molti pazienti, con problematiche quotidiane, di diluire l’assunzione di farmaci e riportare significativi miglioramenti dei propri stili di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.