Yelena è l’attivista LGBT uccisa a pugnalate oggi in Russia

Un crudele assassinio con pugnalate violente a San Pietroburgo. Il suo nome era su un famoso sito che tutelata i diritti LGBT.

Il suo corpo primo di vita è stato ritrovato vicino la sua casa. Sono presenti segni di strangolamento e profonde ferite da accoltellamento. Sono almeno 8 le pugnalate.

Il sito di tutela dei diritti LGBT era stato da qualche ora bloccato dalle autorità che istigava ad aggredire gli omosessuali. Secondo un altro attivista, Dinar Idrisov, Yelena aveva ricevuto diverse minacce di morte.

E’ ancora attiva in Russia una privazione delle tutele necessarie per persone che amano altre persone dello stesso sesso. La situazione e l’episodio sono molto gravi.

Siamo vicini a Yelena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.