Imprenditore paga le scuole ai figli dei dipendenti: “non morirò con i soldi in banca”

Accade a Vicenza questa meravigliosa manovra. Il quasi ottantenne Vinicio Bulla, grande imprenditore Caltrano, afferma: “non voglio morire con i soldi in banca, voglio aiutare la comunità ed il territorio”. 

Caltrano, un paese di 2.500 abitanti ai piedi dell’Altopiano di Asiago. Qui troviamo la Rivit Spa, azienda alla quale l’imprenditore ha dedicato tutta la sua vita. L’azienda di occupa a livello mondiale di produzione di acciai speciali, utilizzati per lo più nelle piattaforme petrolifere dei mari di tutto il mondo. A far parte di questa azienda vi sono 150 dipendenti e l’imprenditore ha deciso di investire gran parte del suo patrimonio nel pagamento delle tasse scolastiche dei figli di propri dipendenti.

Questo uomo rappresenta un vero e proprio esempio d’imitazione affinché la nostra società riesca ad evolversi culturalmente e socialmente.

 

 

20 thoughts on “Imprenditore paga le scuole ai figli dei dipendenti: “non morirò con i soldi in banca””

  1. Un grande abbraccio di cuore al signor Vinicio Bulla. Se tutti seguissero il suo esempio vivremmo in un mondo meraviglioso.

    1. È vero.è in bel gesto che dovrebbe essere da esempio per quaĺi imprenditori che non sanño neanche quanti operai hanno alle loro dipendenze.

    2. Magari l’avessi avuto io un datore di lavoro così. Lavoravo in nero da 14 anni anche le vigilie di Natale e tutte le feste. Quando ho dovuto (69)anni mi ha dato la buona uscita di mille euro. E io che contavo di sistemarmi i denti con la liquidazione. Ora sono ancora senza perché la pensione è poca. Beati gli uomini di buona volontà e gratitudine .❤️

      1. Dal livello di cultura si misura il grado di civiltà di una società e da lì passa la crescita e l’evoluzione di un’intera società! Complimenti davvero

  2. non stiamo qui a dire paroloni che neanche condividiamo,ma una parolina la voglio dire:non facilmente onoro e rispetto le persone perche’ ormai sono cose che non esistono quasi piu’,ma se ti incontrassi sarei onorato di stringerti la mano.

  3. Grande uomo!!!
    Solo io ho una titolare che mi rinfaccia il mio stipendio da disabile, da quando devo curarmi…ma come dice mia nonna siamo tutti lo stesso cielo.

  4. Un grande complimenti Signor Vinicio un comportamento che le fa onore e mi rincuora e mi fa ben sperare che ci siano delle belle persone che dopo una vita di lavoro duro abbiano la possibilità di aiutare chi ne ha bisogno bravo

  5. Che IDDio ti renda merito: un gesto di amore verso i suoi dipendenti, tutti dovrebbero essere cosi, e non fare i furbi senza pagare neppure le tasse……bravo e buon proseguimento.

  6. Secondo me al titolare dell’azienda dovrebbe essere intitolata una strada per poter ricordare a chiunque il bene che ha procurato ai dipendenti. Bravo!

  7. Grande! Bravo!bell’iniziativa!soldi spesi bene arricchendo colturalmente le menti fa bene all’italia.Come imprenditore potrebbe spendere in mille modi il suo reddito ma evidentemente è uno che ama i suoi dipendenti e li vede come collaboratori e non come ‘contoparte’bell’esempio complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.