Aumentano i disturbi psicologici dei minori: “si tratta di una vera emergenza”

Sono più di 50 mila i bambini e gli adolescenti seguiti per consulti psicologici infantili. I dati confermano inoltre che “le risorse sono insufficienti”

Stiamo parlando di disturbi cognitivi, disturbi pervasivi dello sviluppo, disturbi dell’apprendimento, ritardi dello sviluppo e disabilità varie. Questi sono solo accenni dei problemi che possono appartenere alla vita di bambini ed adolescenti.

Abbiamo un dato netto: ” i Servizi piemontesi di Neuropsichiatria Infantile (Npi) hanno avuto, e hanno tuttora in carico, una media del 7-8 % della popolazione in età evolutiva, con un’incidenza annua di minori che vi accedono per la prima volta del 2,2-2,4% e con un progressivo incremento della particolarità dei bisogni e della domanda di salute”.

La categoria più maggiormente riscontrata è quella dei disturbi del neurosviluppo, poi troviamo disturbi dell’apprendimento, i disturbi cognitivi, del linguaggio, i disturbi pervasivi dello sviluppo, i deficit di attenzione ed iperattività. Non mancano inoltre varie patologie neurologiche come: disturbi neuromotori, disabilità varie uditive e visive, encefalopatie complesse.

Attuali e tanto presenti quelle patologie che, senza un adeguato supporto psicologico, potrebbero cronicizzarsi in età adulta quali: disturbi esternalizzanti, disturbi internalizzanti, disturbi psichiatrici, del comportamento alimentare e disturbi post traumatici da stress.

Sono infatti all’incirca 3500 i minori vittime di abusi a maltrattamenti seguiti da professionisti con o senza autorità giudiziaria. «Il disagio dei minori sta diventando una vera emergenza nazionale, è importante che le istituzioni diano risposte adeguate a questi bisogni» afferma il dottor Fulvio Guccione, coordinatore nazionale dell’organizzazione dei servizi della società di Neuropsichiatria Infantile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.