Fabrizio Corona ed Asia Argento: il proliferare sociale di Narcisismo e Antisocialità

Fabrizio Corona ed Asia Argento hanno recentemente confermato la loro relazione intima e l’intesa che li lega. In un’intervista recente rilasciata presso un noto editoriale Fabrizio Corona, definito “re dei paparazzi”, ha affermato: “nella mia vita succedono cose incredibili. Sono andato a parlare di lavoro con Asia e dopo venti minuti eravamo già in intimità“.

Dati i preludi di Fabrizio Corona in molti hanno pensato che questa potesse essere un’ennesima montatura per incrementare i loro guadagni e la loro rispettiva notorietà.

I due protagonisti infatti hanno molti aspetti comuni, una personalità con caratteristiche grandiose, molto eccessivi nei modi e nel look, ed una scarsa empatia e rispetto dei confini delle altre persone (questo aspetto proprio soprattutto di Fabrizio Corona). La certezza è che non passano inosservati e la società li acclama come se fossero per l’appunto “onnipotenti”. Fabrizio Corona ha anche vissuto una serie di pregressi arresti dovuti ai suoi comportamenti poco rispettosi della vita altrui, mostrando una palese tendenza alla violazione di ogni sprazzo di autorità e confini.

Quello che è certo è che la società li acclama nonostante rappresentino un modello operativo da seguire con delle palesi caratteristiche poco ematiche, alle volte violente e poco rispettose della sofferenza del prossimo. Quindi con un livello di funzionamento meta-cognitivo molto basso.

I tratti di comportamento sopra riportati non è raro ritrovarli in persone con disturbo narcisistico della personalità e disturbo antisociale della personalità. 

Cosa sono nello specifico?

Disturbo Narcisistico di Personalità

Il disturbo narcisistico di personalità si denota con un pattern pervasivo di grandiosità, necessità di ammirazione, mancanza di senso di colpa ed empatia inesistente.

Le stime della prevalenza di tale disturbo variano dal 2% al 16% nella popolazione clinica e risultano meno dell’1% nella popolazione generale. Circa il 50-75% degli individui a cui è stato diagnosticato un disturbo narcisistico di personalità è di sesso maschile.

Le persone con disturbo narcisistico di personalità hanno un senso di sé molto grandioso e hanno la tendenza a sovrastimare le loro capacità. Non è raro che appaiano come delle persone arroganti. Considerandosi persone uniche, grandiose, diverse dagli altri, superiori credono sempre di dover ottenere dei trattamenti privilegiati. Presentano, inoltre, mancanza di sensibilità ed empatia verso gli stati emotivi delle altre persone, non è raro infatti che manipolino le loro relazioni interpersonali. I narcisisti spesso sono carnefici di relazioni di dipendenza affettiva e violenza domestica. Tendono, infatti, ad intraprendere relazioni solo se l’altro conferma il senso grandioso che hanno di sè, “nutrendosi” dell’immagine dell’altro. Hanno la tendenza, inizialmente, ad idealizzare l’altro fino a che questo soddisfi il loro bisogno di gratificazione ed ammirazione, per poi passare alla netta svalutazione nel momento in cui gli altri non sono più utili al suo scopo. In tutto ciò non provano il minimo senso di colpa, anzi sono in grado di strumentalizzare a proprio favore ogni situazione.

Si sentono spesso umiliati, avviliti ed estremamente svuotati se ricevono delle critiche o qualcuno non asseconda la loro grandiosità. A ferite di questo tipo non è raro che reagiscano anche con stati emotivi di rabbia intensa e vendetta.

 

Disturbo Antisociale della Personalità 

Il disturbo antisociale della personalità prevede un comportamento di tipo antisociale con atti subdoli, manipolatori fino ad arrivare alla violenza diretta.  Persone con questi tratti arrivino a violare in maniera concreata i confini ed i diritti delle altre persone attraverso comportamenti visibili (aggressioni, fisiche e verbali) e meno visibili (inganni, mobbing, attività illecite). Le modalità privilegiate di contatto di queste persone sono attraverso le bugie, l’inganno, la manipolazione e l’attacco. Non è raro che questi comportamenti siano già presenti durante l’infanzia e l’adolescenza. Queste persone hanno spesso problemi con la giustizia, con la legge e scontri continui con chi rappresenta l’autorità. Insieme a condotte comportamenti di tipo violento sono presenti anche episodi di abuso di sostanze (marjuana, cocaina, eroina…).

Quello che li caratterizza è la loro totale incapacità di assumersi responsabilità adulte, di rispettare i doveri che la vita impone e questo li rende soggetti violenti. Portare avanti una relazione stabile ed avere un lavoro sedentario è per loro impossibile. Come anche nel disturbo narcisistico di personalità sono poco empatici verso gli stati emotivi degli altri e non provano senso di colpa se commettono delle azioni violente ed illegali.

E’ questa la società che vogliamo?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.