Ecco quali erano le regole per essere una buona moglie negli anni ’50

Come doveva comportarsi una brava moglie negli anni Cinquanta?

La rivista Housekeeping Monthly ai tempi forniva un elenco di azioni e comportamenti da assumere per potersi definire donna e moglie di qualità apprezzabili.

Nonostante l’estremo maschilismo della guida, pare che essa sia stata pubblicata molte volte e che sia circolata via fax dal 1980.

Ecco qui di seguito i consigli che avrebbero migliorato la vita di molte mogli Americane:

1. “Prepara la cena prima, in modo da averla pronta al ritorno del marito. È un modo per fargli capire che lo hai pensato durante la sua assenza e che ti prendi cura dei suoi bisogni”.

2. “Interrompi le faccende 15 minuti prima del suo ritorno in casa per sistemarti. Indossa qualcosa di pulito, ritocca il trucco e metti un fiocco nei capelli”.

3. “Fagli trovare la casa pulita. Entra nelle stanze un’ultima volta per controllare che tutto sia in ordine e che non ci sia polvere”.

4. “Nelle stagioni fredde fagli trovare la casa calda. Tuo marito avrà la sensazione di essere tornato in paradiso dopo una giornata di lavoro. Prenderti cura del suo comfort ti darà un’immensa soddisfazione personale”.

5. “Prepara i bambini, lavagli le mani e il viso, e mettigli vestiti puliti. Cerca di calmarli se sono agitati o in vena di capricci. Silenzia gli elettrodomestici o altri rumori presenti in casa”.

6. “Mostrati felice di vederlo, accoglilo con un sorriso sincero e un caldo abbraccio. Ascoltalo, la sua giornata potrebbe aver bisogno di un sollievo ed è tuo dovere fornirglielo”.

7. “Avrai molte cose da dirgli, ma il suo arrivo non è il momento giusto per parlargliene. Aspetta che sia lui a iniziare il discorso e ricorda che i suoi argomenti sono più importanti dei tuoi”.

 

 

8. “Lascia che la sera sia il suo momento. Non infastidirti se torna a casa tardi o va a cena fuori invece di trascorrere del tempo con te. Cerca di capire che la sua vita è colma di stress e concedersi momenti di relax è fondamentale”.

9. “Il tuo obiettivo è rendere la casa un luogo di pace e serenità in cui tuo marito possa rigenerare le energie. Non annoiarlo con i tuoi lamenti e i tuoi problemi”.

10. “Fallo stare comodo. Lascia che si sieda sulla sedia più confortevole o che possa sdraiarsi sull’intero divano. Prepara una bevanda calda o fredda all’occorrenza”.

11. “Offriti di mettere a posto le sue scarpe al suo arrivo. Usa un tono piacevole della voce”.

12. “Non fare domande sulle sue azioni e non mettere in discussione la sua capacità di giudizio. Ricorda che lui è il padrone della casa e come tale eserciterà la sua volontà con correttezza”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *