Genitori No VAX: “è Dio che decide chi vive”. Muore la figlia di 10 mesi.

La piccola ha subito estreme trascuratezze da parte dei genitori, causa le loro convinzioni religiose.

“Non è intelligente voler salvare le persone meno forti. Se l’evoluzione si basa sulla sopravvivenza del più forte, perché ci vacciniamo? Non dovremmo semplicemente lasciare morire il più debole e far sopravvivere il più forte?”.

Sono neutralizzanti e spaventose le affermazioni dei genitori della piccola che fanno pensare alla presenza di un possibile e marcato problema psichiatrico. I fatti sono avvenuti negli Stati Uniti e, coinvolti sono questi due giovanissimi genitori (27enni). La condanna ricevuta è quella di ergastolo.

 

 

I due genitori, oltre alla malnutrizione, hanno negato l’accesso ai vaccini per la loro figlioletta defunta nonostante l’allerta da parte dei centri medici della zona. Pur a seguito di numerosi avvisi, si sono rifiutati di farla curare sulla base della folle convinzione che Dio sia il Re delle scelte: “decide lui chi vive e chi muore”. Affermano inoltre di essersi accorti delle disastrose condizioni della bambina ma di aver lasciato tutto nella mani di Dio.

Il giorno della morte della piccola, il padre ha scritto un inquietante post su Facebook: “Il cuore è a pezzi in questo momento. Stamattina mi sono svegliato e Mary era morta, i nostri figli sono stati allontanati e non possiamo avere contatti con loro perché io e Tati siamo i peggiori genitori che esistano. Per fortuna sono con la nonna e il nonno. Mi sto davvero godendo l’amorevole abbraccio di una cella di isolamento con poliziotti e impiegati del governo che continuano a rassicurarmi che sono qui solo per aiutare”.

Bisogna ricordare sempre che anche la trascuratezza emotiva, oltre che fisica è un reato molto grave che può avere delle notevoli ripercussioni sulla salute psico-fisica dell’essere umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *